Stagione 1981-82

LA CE TIEMPI OLTRE LE MURA CITTADINE

La stagione teatrale viene inaugurata con una commedia tratta da ’O tuono ‘e Marzo di Vincenzo Scarpetta e liberamente tradotta da A. Pesare in dialetto manduriano: Lu truenu ti Marzu, portata in scena al teatro Candeloro il 2 e 3 marzo 1982 e replicata il 7 dello stesso mese al teatro Don Bosco.Anche in questa commedia si nota la costante della tradizione artistica degli amici della Ce Tiempi quella di percorrere i sentieri del teatro in vernacolo: una scelta che fin dalla fondazione della compagnia si è rivelata felice e vincente.
I protagonisti sono: Salvatore Andrisano, Lucia Barnaba, Aldo Chimienti, Filomena Ligorio,  Mimmo Moccia,  Pietro Stranieri,Rocco Sgura, Maria Grazia Rucco e Totò Sergi. Le scene sono di Giuseppe De Simone, le luci di Salvatore Andrisano, il rammentatore è Pasquale Lonoce e l’organizzatore generale è Aldo Chimienti.

Anche quest’anno la Ce Tiempi è impegnata a portare oltre le proprie mura la quotidianità della nostra gente con la commedia della stagione precedente Lu mbrueiu. La vediamo infatti il 9 giugno 1982 ad Avetrana, il 12 giugno a San Giorgio Jonico e il 12 luglio al Teatroestate ‘82 di Oria.