Stagione 1984-85

APPLAUDITO ANCORA UNA VOLTA IL RITORNO DELLA CE TIEMPI

Ancora un nuovo lavoro, dopo un lungo periodo di pausa: la nuova commedia di A. Pesare Quannu menu ti la criti portata in scena al teatro Candeloro il 30 e 31 gennaio 1985 dagli ormai collaudati attori della compagnia Ce Tiempi, chericordiamo sono: Salvatore Andrisano, Giusy Azzone, Maria Giammarino,Silvano lecce, Pietro Stranieri, Filomena logorio, Immacolata Locorotondo,e Maria Dimitri. Le scene sono di Giuseppe De Simoneed Emilio Dimitri, le luci di Salvatore Andrisano, il rammentatore è Mimmo Moccia mentre l’organizzazione generale è di Aldo Chimienti.
In questa circostanza ci sembra doveroso ricordare, la felice escalation dei nostri “temerari del palcoscenico” che, pur potendo contare esclusivamente su strutture precarie e a volte inesistenti, sono riusciti con le loro sole forze a farsi conoscere e apprezzare affermandosi grazie alle eccezionali doti di serietà. Un traguardo che, all’inizio dell’ attività teatrale il gruppo neanche immaginava di poter raggiungere. Ed invece ecco i festeggiamenti  del decennale con il sostegno dall’immancabile e caloroso pubblico manduriano .

Il 22-23 Aprile dello stesso anno la Filodrammatica Ce Tiempi rappresenta al teatro Candeloro una serata di divertentissimi sketches intitolata “Pericolosamente” i cui titoli sono: “Miseria bella” di Peppino De Filippo, “Nu titlu l’era pinsatu” di A. Pesare, “Por’a nui” di A. Pesare, “Osci è festa” di A. Pesare, “Lassammo fa’ Dio” di Salvatore Di Giacomo, “Pericolosamente” di Eduardo De Filippo.
Gli attori che si sono avvicendati anche più volte in questi sketches sono: Pietro Stranieri, Mimmo Moccia, Maria Dimitri, Salvatore Andrisano, Maria Giammarino, Emilio Dimitri, Filomena Ligorio, Immacolata Locorotondo, Maurizio Caniglia, Carlo Montefusco, Pasquale Tondo, Santo Fanuli, Angelo Giammarino. Le scene sono di Giuseppe De Simone, le luci di Salvatore Andrisano e l’organizzatore generale è Aldo Chimienti.