Stagione 2002-2003

LA CE TIEMPI FESTEGGIA IL SUO 30° ANNIVERSARIO

Ancora una stagione ricca per la Filodrammatica manduriana, che si prepara a festeggiare il 30° anno di poliedrica attività e dimostra di aver egregiamente meritato l’appellativo di “Cittadina”. Anche in questa stagione, la Ce Tiempi è presente nell’organizzazione della Giornata delle Forze Armate  insieme all’ Associazione Combattenti e alla neonata Associazione Nazionale Sottoufficiali d’Italia. La cerimonia inizia con l’alzabandiera e vede poi la celebrazione della Santa Messa, in piazza Garibaldi, da parte del parroco della Chiesa Matrice don Teodoro Tripaldi. Seguito poi la sfilata e la deposizione delle corone al monumento e presso le lapidi. Alla commemorazione intervengono le autorità civili, militari, i reduci, le scolaresche e la popolazione.
Nell’occasione, poiché ricorre  il 60° anniversario della battaglia di El Alamein, la Filodrammatica Cittadina Ce Tiempi dona una targa ricordo al caro concittadino Nino Palumbo, ex paracadutista e reduce benemerito.

Il 10 dicembre  2002 al teatro Ideal di Manduria la Filodrammatica Cittadina Ce Tiempi rappresenta la commedia Meju tardu ca mai organizzata dall’amministrazione provinciale di Taranto in collaborazione con l’assessorato allo spettacolo del comune di Manduria, per raccogliere i fondi a favore di Telethon.

La Ce Tiempi si appresta a festeggiare il suo trentennale presentando al Teatro Don Bosco di Manduria la nuova commedia Lu latru, nelle serate dell’11, 12, 18, 19, 25, 26 Gennaio 2003. Si tratta di una piece teatrale di buon livello, che strappa al pubblico la risata ma fa pure rimanere con il fiato sospeso fino alla fine in quanto porta a far riflettere sull’amore e sul rispetto che sono i sentimenti che tengono unita una famiglia. Con questo nuovo  lavoro i componenti del gruppo teatrale, oltre a voler offrire due ore di spettacolo divertenti e in linea con la propria tradizione, si prefiggono lo scopo di riunire tutti coloro che da trent’anni li seguono con puntualità ed affetto a una nuova fascia di pubblico costituito soprattutto da giovani, i quali, nelle ultime rappresentazioni, hanno mostrato di apprezzare e gradire gli “sforzi” di questi ragazzi che si dedicano con passione al teatro.
Naturalmente la Stagione Teatrale continuerà con la partecipazione della Ce Tiempi agli ormai consolidati appuntamenti oltre le mura cittadine nelle varie rassegne teatrali locali e nelle manifestazioni estive del territorio e dintorni. Senza dimenticare la 9ª edizione del Concorso Culturale Ce Tiempi che tanto ha contribuito nell’avvicinare sempre più i giovani al teatro dialettale, rivisitando in chiave comica la cultura del dialetto, radice vera  dei manduriani e proponendo di volta in volta incisivi spaccati del tessuto sociale del passato e del presente, attraverso un confronto di realtà apparentemente lontane e discordanti ma vicinissime per intensità di sentimenti e tradizioni culturali.

Trent’anni, dunque! Auguri, cara Ce Tiempi.  La bravura dei tuoi componenti e la loro tenacia onora la nostra città, che può dirsi all’avanguardia nel campo teatrale dilettantistico.
Un grazie dunque a ….Andrisano Salvatote, Becci Vincenzo, Brunetti Vincenzo,  Capogrosso Angelo, Capogrosso Giovanni, Chimienti Aldo, Chimienti Ada, Chirico Pasquale, Cipriani Paolo, Daggiano Rosa Anna, De Mauro Fiorenzo, Dicursi Dina, Digiacomo Annamaria, Dilauro Valeria, Dilorenzo Mirko, Dinoi Silverio, Doria Maria Lucia, D’Ostuni Enza, Fanuli Lucia, Locorotondo Cosimo, Locorotondo Daria, Lombardi Mimmo, Lombardi Pasquale, Malagnino Piero, Mazza Vittorio, Mingolla Franco, Moccia Fabiola, Moccia Virginia, Morleo Isa, Moscogiuri Antonio, Piccinni Angela, Raimondo Annalisa, Tolardo Antonio, Tolardo Francesco, Tolardo Vincenzo, Tondo Antonella, Valente Piera e i piccoli Andrisano Matteo, Brunetti Alessio e Stefano, Capogrosso  Mimmo, Locorotondo Giuseppe, Moscogiuri Giuseppe e Sara che oggi offrono la loro disponibilità e il loro tempo libero affinché la Filodrammatica Cittadina continui la strada intrapresa.